Vicenza, ritirata disordinata a Villa Cordellina: cancellato l’incontro sulle armi

Vicenza -

Unioncamere Veneto e Camera di commercio di Vicenza annullano l'incontro tra il Generale di Corpo d’Armata Luciano Portolano, Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, e le industrie venete, incontro propedeutico a prospettare agli industriali nuove commesse militari e armamenti.

Le motivazione diffuse sono “diplomatiche” ovvero “impegni inderogabili” sopraggiunti al segretariato generale della Direzione nazionale armamenti.

Nonostante il nostro impegno in cerca di conferme, nelle sedi romane non risultano impegni ufficiali sorti così velocemente e tali da dover impedire lo svolgimento dell'incontro.

Perché annullare l'incontro? Poche aziende che hanno aderito? Non pare. Contrasti interni agli organizzatori? Non pare. L’importante manifestazione antimilitarista di aperta contestazione del convegno? Sicuramente.

Sta di fatto che hanno fatto marcia indietro. E questo è positivo. Un risultato importante.

Organizzando la contestazione, interagendo a vari livelli abbiamo rotto le uova nel paniere a chi pensava che in fondo produrre armi è un modo come un altro di fare sviluppo, produrre ricchezza..

Lo rifaranno? Dove? Certo l'economia di guerra, i governi non si fermano a fronte di un fallimento. Sicuramente hanno capito che non la passeranno liscia, senza contestazioni.

La maggioranza della popolazione italiana, ma anche di quella di molti paesi europei è contro la guerra.

Non possiamo produrre armi e parlare di pace.

USB Vicenza

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati