Richiesta di ispezione presso L'Azienda Ospedaliera di Verona

Verona -

La scrivente O.s. chiede un ispezione presso l’Azienda Ospedaliera di Verona in quanto nella gran parte dei Reparti dell’Ospedale di B. Roma è in vigore attualmente una organizzazione della turnistica non conforme alle normative contrattuali vigenti: il Contratto collettivo nazionale del Lavoro prevede al riguardo, che la turistica quando esposta deve essere chiara e definita.

Contrariamente, la Direzione aziendale, da diversi anni ha costituito una turnazione sui tre turni (pomeriggio-mattina-notte) che prevede la cosiddetta “settimana di sostituzione”: la turnazione in oggetto ha una valenza plurisettimanale ed è costituita su una “matrice”. In questa matrice è previsto che i dipendenti, periodicamente e per una settimana intera (dal lunedì alla domenica), devono sottostare a una turnazione che non è definita, in quanto in quella settimana devono essere disponibili “ufficialmente” alla sostituzione del personale mancante in caso di malattia. In sostanza, nel turno esposto anticipatamente, i dipendenti interessati sono a conoscenza che in quella settimana predetta non sono informati dell’orario di lavoro e inoltre, potranno subire continue modifiche dello stesso. La contraddizione evidente in questo, consiste nel fatto che la Direzione ha imposto una sorta di “pronta disponibilità”, che come ben sapete, nel contratto nazionale ha delle prerogative del tutto diverse ed è anche renumerata economicamente.

La Direzione risolve così, con modalità gratuite, la delicata problematica delle carenza improvvise di personale.

Siamo peraltro informati, che intendono “esportare” a breve, tale modello di turistica anche presso la sede Ospedaliera di B. Trento.

Vi informiamo che tale organizzazione dei turni ha fino ad ora avuto “l’appoggio” delle organizzazioni sindacali Cgil-Cisl-Uil: più volte abbiamo chiesto a Direzione e altre O.s. di poter acquisire l’accordo sindacale che regolamentava “la settimana di sostituzione”, ma non siamo fino ad ora mai riusciti ad avere tale documentazione.

Questa settimana predetta, trova ovviamente la contrarietà della maggior parte dei turnisti (sui tre turni) che sono la maggioranza dei dipendenti, i quali sostengono di non poter organizzare la loro vita privata anticipatamente, con questa modalità di turno.

Siamo inoltre informati che in diverse Unità operative, in tale settimana di sostituzione, i dipendenti vengono chiamati alla sostituzione, anche giorno per giorno (il contratto invece prevede che il dipendente chiamato al domicilio, alla sostituzione, giorno per giorno non è obbligato ad accettare di venire in servizio), vengono chiamati per sostituire anche colleghi che beneficiano della “legge 104”, delle ferie e dei corsi di aggiornamento obbligatori.

Come potete capire, con questa chiamata al servizio improvvisa..risolvono tutte le problematiche aziendali.

I dipendenti peraltro in tale settimana non possono chiedere modifiche del turno concordate con altri colleghi, come solitamente accade per le altre settimane lavorative.

Porgiamo distinti saluti e siamo ovviamente disponibili ad ulteriori chiarimenti.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni