Mirano, Pd e Rifondazione all'attacco «Consiglio comunale sul Mariutto»

13 ottobre 2009 - La Nuova Venezia

MIRANO - Centrosinistra all’attacco sul Mariutto. Dopo lo sciopero dei sindacati Rdb-Cub e le parole del sindaco Cappelletto che ha auspicato un cambio di strategia nella gestione dell’ente, Pd e Rifondazione hanno chiesto la convocazione di un Consiglio comunale straordinario per conoscere il destino del Mariutto. L’obiettivo è fare il punto sull’avanzamento del progetto di adeguamento delle strutture residenziali della casa di risposo, non ancora a norma. Per farlo, le minoranze hanno anche chiesto la presenza in aula del presidente del Consiglio di amministrazione del Mariutto, Gilberto Bellò. «E’ importante che il dibattito sui progetti strategici futuri e sull’adeguamento delle strutture, siano affrontati senza ulteriore ritardo dal Consiglio - spiega il Pd - la discussione va affrontata in aula, non in convegni o dichiarazioni ufficiose. Siamo certi che la maggioranza appoggerà questa richiesta con la stessa sollecitudine con la quale, quand’era opposizione, continuamente la auspicava». Volontà espressa anche da Rc, che con Luigi Gasparini precisa: «Quando si parla di strategie future per il Mariutto bisogna tener conto in primo luogo delle esigenze degli ospiti».(f.d.g.)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni