L'Assessore Sandro Simionato sull'assistenza domiciliare continua a praticare il gioco del nascondino!! USB NON CI STA!!!

Venezia -

COMUNICATO STAMPA

 

 

L'Assessore Sandro Simionato sull'assistenza domiciliare continua a praticare il gioco del nascondino!! USB NON CI STA!!!


In data 25 gennaio come O.S. Ha vanzato formale richiesta di audizione in concomitanza della manifestazione/presidio il 27 gennaio in via Palazzo al Vicesindaco nonché Assessore alle Politiche Sociali Sandro Simionato (vedi Allegato);

Il 27 gennaio all'incontro era presente il Sindaco di Venezia Girogio Orsoni e l'assessore Ugo Bergamo mentre il Vicesindaco inviava una comunicazione con la quale convocava la scrivente per giovedì 2 febbraio al pomeriggio;

Pertanto scrivente O.S. In concomitanza dell'incontro promuoveva una mobilitazione dei dipendenti di Ancora presso il Comune di Venezia;

Mercoledì 1 febbraio alle 12.31, via e-mail, il Vicesindaco comunicava di posticipare l'incontro a mercoledì 8 febbraio di pomeriggio e mezz'ora dopo riposticipava l'incontro a giovedì 8 febbraio alle ore 9.00 (evidentemente pensando di evitare la presenza dei lavoratori perchè occupati);

Scrivente comunicava che sarebbe stata presente e a partire dalle ore 11.00 avrebbe tenuto un'assemblea retribuita dei dipendenti della Cooperativa Ancora davanti al suo assessorato.

Ieri 7 febbraio alle ore 13.00 circa l'Assessore stesso chiamava telefonicamente affermando che “c'erano dei mal di pancia rispetto all'incontro del 9 ed in particolare da parte delle altre sigle sindacali che non volevano sedersi al tavolo con USB in quanto avrebbero richiesto loro il tavolo”.

Scrivente precisava che(come da allegato) aveva chiesto un'audizione con Lui per gennaio 27 e che lui aveva scelto di convocare USB congiuntamente alle altre OO.SS. Pertanto per USB l'incontro rimaneva confermato per il giorno 9 alle ore 9.00 e che l'assemblea dei lavoratori davanti al suo assessorato rimaneva confermata:

Oggi alle ore 10 circa la responsabile legale di Ancora contattava telefonicamente USB ponendo problemi in merito all'assemblea retribuita in quanto l'Assessore avrebbe affermato che il servizio degli operatori di Ancora è un servizio essenziale che non può avere intoppi (peccato che l'Assessore anche ultimamente sul giornale della Diocesi “Gente Veneta” di Gennaio affermi che il servizio è ormai acessorio”.

USB ha ribadito che l'assemblea retribuita è legittima e responsabilmente, cosciente della valenza del servizio, ha posizionato l'assemblea proprio alle ore 11, nonostante l'incontro fosse programmato alle ore 9, per non recare disagi agli utenti.

Successivamente la Cooperativa Ancora ha inviato via cellulare il seguente messaggio “le ricordiamo che le prestazioni a lei attribuite hanno carattere essenziale, le è richiesto di adempierle anche in concomitanza dell'assemblea sindacale di domani giovedì 9 febbraio” un attacco al diritto di assemblea, previsto dalla legge 300, e regolarmente preavvisata.

USB riconfermava la legittimità dell'assemblea a tutti gli oeratori che chiamavano in sindacato.


A questo punto alle ore 13.12 di oggi l'Assessore Sandro Simionato inoltrava una nuova comunicazione via e-mail con la quale comunicava : “Imprevisti ed inderogabili impegni istituzionali mi obbligano a rinviare l'annunciato incontro di domani 9 febbraio 2012. Sarà mia cura riconvocare a breve questo prezioso momento di confronto ...”


USB riconferma comunque che domani 9 febbraio alle ore 11 terrà comunque l'assemblea/presidio dei dipendenti Ancora!!


USB non ci sta a giocare a rimpiattino con l'Assessore, anche a fronte di nuove gravi probòlematiche che stanno interessando i lavoratori dell'assistenza domiciliare... la Coop uscente ELLE 1 ancora il 6 febbraio risulta non aver versato il TFR dei lavoratori all'INPS … la Coop Ancora risulta versare i contributi all'INPS non con il codice di contratto 201 Cooperative socio - sanitarie ma con il codice contratto 093 CCNL per i dipendenti delle libere istituzioni assistenziali e quindi versano contributi previdenziali ridotti, e quindi PROSEGUIRA' CON LE INIZIATIVE E MOBILITAZIONI DEI LAVORATORI FINO A CHE LA VICENDA DELL'APPALTO DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE NON SARA' RISOLTA E TROVERA' GIUSTIZIA!!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni