Il 16 dicembre prima azione di sciopero alla SVT di Vicenza

Vicenza -

Nonostante i tentativi di conciliazione con la Società Vicentina Trasporti e con il Prefetto, regolamentati dalle leggi e chiusi con esito negativo, in quanto l’azienda è stata sorda a tutte le nostre richieste, il giorno 16 dicembre i lavoratori della Scioperiamo perché il rinnovamento della S.V.T. di Vicenza scioperano.

Scioperiamo perché il rinnovamento della S.V.T., la realizzazione di una tanto auspicata mobilità sostenibile, non possono essere realizzati senza l’adeguamento salariale e normativo ai lavoratori che in questa fase di grave rischio sanitario, stanno svolgendo il loro lavoro in modo esemplare. Siamo a ricordare che il Governo ha messo in atto importanti interventi a sostegno del settore sia sotto forma di ammortizzatori sociali, sia attraverso risorse concrete a copertura della mancata vendita dei titoli di viaggio, nonché riconoscendo l’invariabilità dei corrispettivi.

S.V.T. chiude il bilancio in attivo e nega ai lavoratori un premio di risultato che si attesti almeno a quello degli anni precedenti, che possa ripagare in minima parte, in questo periodo di pandemia il rischio quotidiano da parte dei lavoratori di rimetterci la pelle.

Non riusciamo a capire: se siamo in un periodo di crisi economica ci domandiamo perché il direttore della S.V.T. si porta a casa un premio di risultato che supera i 50 mila euro e ai lavoratori devono restare le briciole. Rimandiamo al mittente il misero premio che si vuole devolvere ai lavoratori, che in questo periodo rischiano quotidianamente sulla loro salute.

Scioperiamo per la scarsa propensione dell’Azienda ad investire realmente nella prevenzione del rischio di contagio. L’azienda ha disatteso gli impegni presi sulle clausole di salvaguardia riportate nell’accordo del 20 Giugno 2018, inerenti all’armonizzazione salariale e normativa delle ex aziende del trasporto pubblico Aim Mobilità e FTV: carenza del personale viaggiante e impianti fissi, costretti a turni disagiati, troppo spesso non programmati e a prestazioni di lavoro straordinario.

Siamo a chiedere chiarificazioni in merito all’acquisto di oltre 60 bus usati che stanno rilevando grosse problematiche meccaniche, che vanno ad incidere sul servizio e sulla sicurezza dei lavoratori e degli utenti.

Chiediamo che a uguale lavoro corrisponda uguale salario che non ci debbano essere discriminazioni salariali nei confronti dei lavoratori nuovi assunti.

Chiediamo corrette relazioni sindacali e non accettiamo azioni unilaterali prese dall’azienda che vanno ad azzerare accordi sottoscritti a danno dei lavoratori,delle regole e della democrazia.

Lo sciopero si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia con le seguenti modalità:

personale viaggiante dalle ore 8,29 alle ore 12,00;

personali impianti fissi, officina, uffici dalle ore 8,00 alle ore 12,00.

 

USB Lavoro Privato Vicenza

UGL Fna Vicenza

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati