Giornata di mobilitazione in tre ospedali del Vicentino

Vicenza -

il giorno 9 ottobre 2013 Usb ha promosso un presidio di volantinaggio davanti alla direzione generale della Ulss 6 per "lanciare" lo sciopero generale del 18 ottobre (Usb organizza un pullman da Vicenza per la manifestazione di Roma), per denunciare i tagli alla sanità che in questi ultimi anni ci sono stati anche a Vicenza nella nostra Ulss: 70 posti letto in meno, un aumento del carico lavorativo che sta determinando anche situazioni di rischio. In Neurochirurgia, proprio in questi giorni alcune dipendenti hanno dovuto lavorare anche per 12 ore di fila per carenze improvvise di personale, e si è anche verificato un malore durante il turno di servizio per una dipendente di quel reparto,a causa del notevole stress alla quale era sottoposta.
Oggi stesso c'è una trattativa sindacale e chiederemo alla direzione un intervento immediato.
Il presidio è in concomitanza con numerosi altri presidi organizzati nelle principali città italiane contro lo smantellamento preventivato della sanità pubblica. 

"Tagliare la sanità pubblica è criminale 18 ottobre sciopero"è il contenuto dello striscione appeso sotto la palazzina della  Direzione Generale.
 Nel progetto generale dei tagli è previsto a livello nazionale un taglio  di 48.000 dipendenti. Considerando poi che vi è il blocco degli stipendi dal   2009 e che il potere di accuisto è fermo al 1990 la situazione stipendiale è  veramente critica.

Nel pomeriggio vi sono stati altri due volantinaggi presidio all'ospedale di Bassano Ulss 3 alle ore 14 e all'ospedale di Schio Ulss 5.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni