COMUNICATO STAMPA SU INCONTRO INERENTE L'OSPEDALE DI SANTORSO CON PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DEI SINDACI DEL 29 LUGLIO 2012

Schio -

Ieri Usb si è incontrata a Zanè, prima del previsto incontro della Conferenza dei Sindaci, con il presidente della conferenza dei Sindaci Toldo.

Sono emersi in quell’incontro, alcuni elementi interessanti per capire la situazione generale e le responsabilità dell’ormai contraddittorio PROGETTO DI FINANZA che ha fra le altre cose determinato il pagamento particolarmente oneroso dell’Ospedale di Santorso.

Intanto è importante sottolineare che la Regione Veneto attraverso le normative regionali ha di fatto blindato la possibilità di stipulare accordi finanziari diversi dal Projet Financing e questo la dice lunga sulla volontà del Governatore Zaia nel campo degli investimenti nel settore della sanità; progetti di finanza che oramai è sotto gli occhi di tutti, sono un grande favore alle solite ditte appaltanti e un grande costo per i cittadini.

La scelta dei Progetti di Finanza è una scelta politica, basti vedere i nomi che sono coinvolti; Studio Altieri, Gemmo Impianti, Serenissima Ristorazione. Di Altieri legato sentimentalmente con la euro deputata Lia Sartori; la Gemmo impianti, la figlia è stata per anni nel consiglio di amministrazione della finanziaria della Regione Veneto, la Veneto Sviluppo; la Serenissima Ristorazione il cui Putin gestisce le cucine e le mense, bar, di moltissime ULSS.

Un comitato di affari con i suoi legami politici soprattutto con PDL e l’ex Galan.

Quanto all’incontro con il sindaco Toldo in qualità di Presidente della Conferenza dei sindaci dell’ulss 4 si è capito con chiarezza che egli è disponibile a confronti e a mettersi in campo per impedire il pagamento del parcheggio dell’ospedale: suo compito sarà mettere d’accordo tutta la Conferenza dei Sindaci, composta da “anime” diverse.

Gli abbiamo chiaramente detto che intendiamo andare avanti con la protesta e lo invitiamo i sindaci a sostenerla e che riteniamo che la rinegoziazione di tutto il progetto e il non pagamento del parcheggio siano argomenti unificanti, al di la dei rispettivi ruoli.

Siamo d’accordo con il Sindaco, che il pagamento del parcheggio va ostacolato con tutte le modalità e i Sindaci faranno il loro percorso..altri parcheggi gratuiti vanno bene…ma non certo la costruzione di un nuovo parcheggio, in quanto rappresenterebbe un ulteriore depauperamento del territorio.

USB non intende lasciare le cose a metà e pertanto continuerà a chiamare cittadini e lavoratori ad ulteriori iniziative anche in pieno Agosto.

Prossime iniziative saranno contro i Cosiddetti “pescecani”, le ditte appaltanti della zona che traggono i grandi benefici e su questo intendiamo coinvolgere la cittadinanza.

Altro elemento importante che va denunciato è la trasparenza dell’informazione: La Ulss e la Regione Veneto tengono nascoste a tutti, compreso i sindaci le cifre reali dell’appalto…e questo è particolarmente grave e intollerabile; pontificano sulla trasparenza poi sono i primi a negarla.

Era comunque chiaro da subito, già da alcuni anni, che il pagamento del parcheggio era particolarmente oneroso.. lo sapevano tutti e fino alla manifestazione importante, di sabato scorso, che ha fatto scoppiare la contraddizione si sono guardati bene dal farlo emergere

Il parcheggio è evidentemente solo “la facciata” del problema più grande che è il PROGETTO DI FINANZA…BISOGNA METTERE IN DISCUSSIONE TUTTO IL PROGETTO..TROPPO ONEROSO E LA SPENDING REVIEW, CHE TAGLIA CERTO I SERVIZI, DICE PERO’ ANCHE CHE SI POSSINO RIVEREDE GLI APPALTI TROPPO ONEROSI.

Ribadiamo che Usb continuerà il proprio percorso di lotta …e lo abbiamo detto al Sindaco. Se servirà anche andare in Regione Veneto con i cittadini ..lo faremo.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni