Camera di Commercio di Vicenza: Usb contraria alla riforma che prevede il taglio dell'iscrizione al "registro imprese".

Vicenza -

Il disegno di legge del Governo Renzi, se non verrà modificato prevede al momento, il taglio del 50% della quota d’iscrizione al “registro imprese” che le Aziende sono tenute a versare alla Camera di Commercio. Quindi una considerevole diminuzione delle entrate che, associata alla volontà di accorpamento delle competenze in sedi regionali e non più provinciali, determinerà, un forte taglio del personale e accorpamenti di uffici in tutte le Camere di Commercio. Nella assemblea sindacale di oggi con tutto il personale, Usb ha proposto alla rsu, iniziative di protesta contro questa riforma. Nei prossimo giorni verranno stabilite le modalità. Come con le Province, il governo Renzi intende “svuotare” delle risorse economiche le Camere di Commercio per decretarne lo smantellamento. In questo caso, servizi alle imprese che verranno a mancare. FERMIAMOLI!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni