ATTACCO AI DIRITTI E ALLA SALUTE DEI LAVORATORI MANIFESTIAMO LUNEDI' 17 A VENEZIA

 

 

Il 2008 è l'anno della sicurezza nei luoghi di lavoro.....

Il 2008 è stato l'anno del continuo stillicidio di morti sul lavoro... anche a Venezia 3 portuali morti al Porto di Venezia, edili morti in tutta la Provincia e a Murano, una guardia giurata annegata mentre effettuava il suo turno di vigilanza nei pontili di ACTV ....  

 

Il 2008 doveva essere l'anno della revisione della legge 626 sulla sicurezza con l'entrata in vigore ad aprile del Nuovo testo unico sulla sicurezza .... ma il Ministro Sacconi , appena insediatosi, ha pensato bene di rinviare al 2009 l'aggiornamento dei piani di valutazione dei rischi, il suo partito Forza Italia ha presentato un emendamento, in discussione nelle commissioni della Camera, di modifica al Testo unico che, se approvato, cancelerebbe di fatto la possibilità di sanzionare i padroni in quanto i reati andrebbero in prescrizione entro appena dopo due anni .........

 

Il Ministro Sacconi e questo Governo hanno reso di nuovo possibili le dimissioni in bianco: l'art.39, c. 10, L.n.133/2008 ha abrogato la procedura telematica per le dimissioni volontarie. Hanno reso nuovamente possibile la prassi - con fini ricattatori - delle dimissioni in bianco fatte firmare già al momento dell'assunzione un fatto grave che è foriero di ulteriori probabili incidenti sul lavoro ...

 

Il Ministro Ssacconi vuole tramite l'INPS verificare la rappresentatività dei sindacati in base alle trattenute sindacali, cosa tra l'altro possibile solo se tutte le aziende facessero regolarmente le trattenute sindacali, ma NON CHIEDE all'INPS di controllare se le aziende  (cooperative di facciata) versano regolarmente i contributi se dichiarano e quante ore di straordinario obbligano a fare ai lavoratori, NON CHIEDE di verificare se i riposi vengono fatti fare se le aziende violano i limiti orari di lavoro, NON CHIEDE di verificare se le aziende rispettano le procedure previste dalle leggi sulla sicurezza sulle modalità di visita medica dei lavoratori, ad esempio NON chiede di verificare se le aziende fanno levisite mediche in orario di lavoro e a spese delle aziende, DIFATTO NON METTE IN CONDIZIONE DI OPERARE SIA CON RISORSE UMANE CHE CON RISORSE ECONOMICHE GLI ADDETTI AI CONTROLLI E ALLA VERIFICA DEL RISPETTO DELLE LEGGI ;

 

Il Ministro Sacconi STA AZZERANDO LA POSSIBILITA' DI VEDER RICONOSCIUTI VERAMENTE I LAVORI USURANTI E COMUNQUE LAVORA PER RIDURRE AD UN SOLO ANNO IL RICONOSCIMENTO DELL'USURANTE PER QUEI POCHI CHE SARANNO FORUNATI;

 

Il Ministro sacconi ed il suo Governo HA EMANATO CON PROVVEDIMENTO D'URGENZA MISURE CHE AGEVOLANO IL RICICLAGGIO E L'ECONOMIA IN  NERO. Dal 25 giugno 2008, tramite sempre la L. 133/2008 è stato elevato da 5000 a 12500 euro il limite per pagamenti in contanti o con titoli trasferibili. Ha fatto cadere inoltre l'obbligo di inserire il codice fiscale nella girata degli assegni trasferibili. Con l'art.32, c.3 della medesima legge, infine, ha abrogato un duplice obbligo per i pagamenti ai professionisti: quello di tenere un conto corrente per l'attività e quello di riscuotere i compensi in denaro esclusivamente mediante strumenti tracciabili  e non in contanti;

 

Il Ministro Sacconi con l'art.39, c.11. L.n. 133/2008 ha integralmente ripristinato - dal 25 giugno 2008 - il contratto di lavoro intermittente e CONSENTE IL LAVORO SELVAGGIO E DI FATTO ATTUA LA DEREGULATION SULL'ORARIO DI LAVORO. Le multe per le violazioni al riposo giornaliero passano da 105 euro a 25 euro (minimo) e da 630 a 100 euro (massimo); cancella la comunicazione degli straordinari (per superamento delle 48 ore settimanali); abroga lo stop all'attività d'impresa per innosservanza delle norme su tempi di lavoro e riposi.HA PREVISTO SANZIONI SOFT PER IL NUOVO LIBRO UNICO DEL LAVORO - ai sensi dell'art.39, L. n. 133/2008 - ABROGANDO la maxi sanzione introdotta con la L. n. 248/2006 che puniva il datore di lavoro con la sanzione amministrativa da 4 mila a 12 mila euro

 

Questo è il contributo alla sicurezza e alcune delle novità sull'orario di lavoro introdotte dalla L.n.133/2008

 

E ALLE PROTESTE DEI LAVORATORI CHE VENGONO LASCIATI A CASA COME IN ALITALIA SI VUOLE IMPEDIRE DI SCIOPERARE ANZI IL MINISTRO E' PROMOTORE DI UNA LEGGE CHE CANCELLI DI FATTO QUESTO DIRITTO SANCITO DALLA COSTITUZIONE ITALIANA  

 

CONTRO TUTTO QUESTO E CONTRO SACCONI ED IL GOVERNO RESPONSABILE DI QUESTO ATTACCO AI DIRITTI E ALLA SALUTE DEI LAVORATORI MANIFESTIAMO LUNEDI' 17 A VENEZIA.

    

Vi invio le coordinate per come arrivare Lunedì 17 novembre "all'appuntamento" con Sacconi in occasione del Covegno promosso dal Comune di Venezia sulla sicurezza.

 

Il presidio inizierà alle ore 10.00 e terminerà alle ore 13.00 circa.

 

Come già anticipato avremo la possibilità di entrare nella sala dei convegni a S. Giovanni Evangelista con degli inviti che ci sono stati dati.

 

E' evidente che l'iniziativa è di contestazione alle politiche del Ministro Sacconi e non di andare a sentire cosa dicono nel corso del Convegno anche perchè i margini per intervenire visto la scaletta dei lavori di fatto non ci sono.

 

Comunque decideremo in loco il da farsi.

 

I PDF n°1 e n°2 sono per chi viene da Piazzale Roma;

 

I PDF n°3 e n°4 sono per chi arriva alla stazione di Santa Lucia a Venezia

 

Partecipate

 

Saluti Antonini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni