Al Prefetto di Venezia

Venezia, 9 maggio 2008via fax

 

 

Al Direttore Generale

Ulss 13 Dolo Mirano

 

OGGETTO. Dichiarazione dello Stato di agitazione; richiesta incontro di conciliazione e raffreddamento art. 5 sulle Norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali comparto sanità e L.83/2000 crt2.comma 2.

Venezia -

 

 

 

Signor Prefetto la scrivente O.S., con la presente dichiara lo stato di agitazione sindacale di tutto il personale della Ulss 13

A tale proposito si è a chiedere con la presente l’incontro di conciliazione e raffreddamento previsto dalle norme citate in oggetto.

Le motivazioni che ci spingono a dichiarare lo stato di agitazione, alla dichiarazione di una giornata di sciopero e conseguentemente a chiederLe l’incontro sono le seguenti:

L’ orario di lavoro del personale Oss (operatori soci sanitari ) che opera nei reparti è un orario in vigore da diversi anni e contempla una turnazione che non consente il recupero psicofisico; turno di 6 ore 15 minuti per 5 giorni e un giorno di riposo.

Questo orario non è mai stato condiviso dal personale, vani sono stati i tentativi di trattare, tra qui l’ultimo lo scorso 6 maggio, la questione a livello aziendale.

La situazione presente alla Ulss 13 è difforme a quanto succede nella stragrande maggioranza delle situazioni similari, gli ospedali del veneto, dove esiste il doppio riposo, importante per la sopportazione dei carichi di lavoro e per il recupero psico fisico.

La proposta di modifica presentata infatti, (vedi allegato). è stata firmata, allo stato attuale, da circa 150 operatori ,la maggioranza di quelli che lavorano nei reparti, consiste in una articolazione oraria diversa ma compatibile con le esigenze di servizio e che si allinea a quanto succede come detto prima in molti ospedali.

Va inoltre specificato che i criteri dell’orario di lavoro sono materia di contrattazione decentrata (art. 4 e 26 ccnl 7/4/1999)

Con la presente va denunciato l’atteggiamento di non disponibilità alla trattativa che la direzione aziendale continua a tenere.

La scrivente con la presente intende far proprie le rimostranze dei dipendenti e proprio per questo intende indire una giornata di sciopero nelle modalità e nei tempi previsti dalle norme vigenti

Visto le norme vigenti in materia la presente dichiarazione comporta la convocazione delle parti, sindacali e aziendale entro 5 giorni dalla presente precisando che le norme in materia prevedono che durante il tentativo di conciliazione e raffreddamento le parti non intraprendono atti unilaterali.

Restando in attesa di convocazione ufficiale si porgono distinti saluti.

 

RdB-CUB

Germano Raniero Martelletto Federico

Cell 3334465346

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni